15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

Da sempre Paul Smith, attento allo stile della quotidianità, disegna capi confortevoli e “affettuosi”, coniugando tradizione e modernità. Per la prossima stagione autunno-inverno prepara una collezione capace di creare per il corpo della donna un involucro assolutamente informale e rilassante. La fonte di ispirazione è proprio l’abbigliamento della zona più intima ed estrema della casa:... / READ MORE /
Uno spirito avveniristico pervade la collezione Vic Matié per l’autunno-inverno 2014-15. Silvia Curzi, art director del marchio di famiglia, pensa a una donna perennemente moderna e al passo con i tempi. Sulla base di una forte di una capacità manifatturiera, il linguaggio del luxury viene riconfigurato con accostamenti di materiali tradizionali e insoliti, diametralmente opposti... / READ MORE /
Rahul Mishra è stato proclamato vincitore dell’International Woolmark Prize 2013-14 (IWP), iniziativa diretta a valorizzare le risorse creative e la bellezza dei filati in lana Merino. Lo scorso 21 febbraio un prestigioso comitato di esperti (Frida Giannini, Franca Sozzani, Tim Blanks, Alexa Chung, Angelica Cheung, Colette Garnsey e i rappresentanti dei maggiori retailer e department... / READ MORE /
Una collezione assai semplice quella presentata da Marc Jacobs a New York. Per il prossimo autunno-inverno l’ex direttore creativo di Louis Vuitton abbandona momentaneamente ogni esuberanza per creare un’atmosfera pacata e soft. Sia per il giorno che per la sera, le linee minimali si coniugano a impalpabili raffinatezze cromatiche. Jacobs limita la palette alle diverse... / READ MORE /
Inevitabilmente, in qualsiasi ambito della creatività artistica, l’attenzione della critica e dei media si focalizza sempre sui grandi nomi e sulle produzioni più dirompenti. Soprattutto nella moda, accanto ai brand storici, si sta muovendo una generazione nuova e aggressiva di designer molto talentuosi. A dispetto della giovane età o del debutto recente, questi dimostrano di... / READ MORE /
Di solito vengono trasferiti per gioco nella moda “urbana” linee, tessuti e altre innovazioni maturate nei settori dell’abbigliamento tecnico o per condizioni d’uso estreme: tute da lavoro, equipaggiamento da esplorazioni di situazioni ambientali estreme, protezioni da sport più o meno pericolosi, eccetera. Nel marchio Moncler Grenoble accade esattamente il contrario. È la sintassi del fashion... / READ MORE /
Non accade a Londra, culla del movimento punk. Tantomeno accade a Milano, dove gli stilisti, da sempre, stanno attenti a non deragliare. E nemmeno a New York, dove non esiste una cultura della moda storicizzata. E a Parigi cosa accade? Nella Ville Lumière c’è posto per la sperimentazione e per l’avanguardia, proprio accanto ai nomi... / READ MORE /
È forse il riferimento cinematografico a far sì che sia nata una collezione iconograficamente perfetta. Alessandro De Benedetti, nuovo direttore creativo di Mila Schön, illustre Maison milanese, si è ispirato al film “Una lucertola con la pelle di donna”, thriller interpretato nel 1971 da un’intrigante Florinda Bolkan. La collezione ricalca i caratteri radical-chic del primo... / READ MORE /
Le collezioni di Jean Paul Gaultier, ex enfant terrible della moda francese, si sono sempre ispirate ai temi più bizzarri della vita reale. Poche settimane fa abbiamo visto sfilare modelli insolitamente ispirati alle imprese astronautiche. La donna di Gaultier non è però portatrice di una reale innovazione tecnologica, come i riferimenti progettuali vorrebbero indicare. Vestirà... / READ MORE /
Nella storia della moda del dopoguerra, i volumi ampi, specie per quanto concerne i cappotti, hanno trionfato negli anni ’50 e ’80, ovvero in decenni caratterizzati, a livello sociale, da rilancio economico e da ottimismo diffusi a scala mondiale. Nel primo caso, si rivendicava una generosità di tessuto dopo le ristrettezze del conflitto mondiale mentre,... / READ MORE /
Uno show opposto a quello della primavera-estate. Dopo una parata di abiti da sera a motivi floreali, una sequenza di outfit da giorno dall’immagine molto rigorosa. Frida Giannini, da otto anni alla guida creativa di Gucci, abbandona ogni suggestione poetica e torna alla concretezza della donna di tutti i giorni, che lavora e che chiede... / READ MORE /
Dopo la sfilata, critici e giornalisti sostanzialmente concordavano su un aspetto: collezione egregiamente disegnata ma troppo autoreferenziale e astratta, cioè lontana da un effettivo mercato. Oltre 40 anni fa ci pensarono Pierre Cardin e Courrèges a delineare un’idea di donna innamorata del futuro. Oggi Gareth Pugh propone regine tecnologiche, statue post-moderne dalle geometrie perfette. Per... / READ MORE /