15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

Al Politecnico di Milano, luglio e settembre sono i mesi in cui si raccolgono i risultati dell’intenso lavoro svolto durante l’anno nel Laboratorio di Knitwear Design (www.knitlab.org). Vi mostriamo alcuni dei progetti presentati per le tesi di Laurea Triennale presso la Scuola di Design. Come da tradizione politecnica, le parole d’ordine sono state ricerca, innovazione... / READ MORE /
Dal lavoro di Lazaro Hernandez e Jack Mccollough per Proenza Schouler traspare un approccio eclettico, libero da preconcetti stilistici, seppur fedele al DNA del marchio. Eppure, la collezione primavera-estate 2015 possiede un secondo livello di eclettismo: sulla passerella leggiamo un’offerta creativa molto diversificata, senza irrigidimenti su pochi cliché precostituiti. Il maschile dei giubbini e dei... / READ MORE /
Accanto al regno vegetale e a quello animale, sta quello di Iris van Herpen, regina della moda sintetica. Tra ispirazioni organiche e fantastiche, la tecnologia permette alla designer belga di fare della vera innovazione. Iris van Herpen è ben consapevole che le sue creazioni non incontrano la vita reale quotidiana. E difatti manda in passerella... / READ MORE /
Quando un designer è impegnato con le collezioni del proprio brand e, simultaneamente, nella direzione creativa di un’altra maison, non possiamo escludere che la seconda attività rappresenti una sorta di completamento dell’altra… oppure, l’occasione per esprimere un pensiero laterale, un linguaggio liberatorio. Il lavoro di Alessandro Dell’Acqua per Rochas agisce proprio in questa direzione. Mentre... / READ MORE /
La collezione di alta moda appena presentata da Jean Paul Gaultier è la prima dopo la recente chiusura delle sue linee di prêt-à-porter. Pertanto, l’alta moda rappresenta in misura crescente un momento di assoluta libertà espressiva, un lavoro privo di vincoli, dato che oggi l’unica ricaduta commerciale e d’immagine è la vendita dei profumi… In... / READ MORE /
Sotto la direzione creativa di Humberto Leon e Carol Lim, il marchio Kenzo ha riacquistato un respiro realmente internazionale, grazie al quale il linguaggio vestimentario d’oriente si confronta con culture assai diverse. L’eredità di Kenzo Takada sta proprio in questo linguaggio versatile, aperto alla molteplicità delle interpretazioni del contemporaneo. Dopo l’uomo-manga visto a luglio, sulla... / READ MORE /
Il mix tra crisi economica e l’avvicendarsi vorticoso di direttori creativi alla guida della maison sta determinando una trasformazione acida della concezione tradizionale della moda. In questo caleidoscopio di fenomeni e di contaminazioni, vengono meno anche le stesse categorie merceologiche che hanno finora organizzato il lavoro dei designer: alta moda, prȇt-à-porter e “seconde linee”. Da... / READ MORE /
Giamba sembra un nome africano, ma è semplicemente di diminutivo di “Giambattista”. Così Giambattista Valli, già attivo sia nel prêt-à-porter che nell’alta moda, ha voluto battezzare la sua nuova seconda linea, destinata a una clientela giovane. In piena armonia con il proprio mondo figurativo, Valli conferma l’uso dei fiori come fattore di caratterizzazione dell’abito. Stupende... / READ MORE /
David Koma è un designer della nuova generazione. Il suo percorso creativo, inevitabilmente, è segnato da riferimenti alle figure più progressiste della moda globale. Eppure egli perfeziona il proprio linguaggio usando linee e colori senza mezze misure, come segni forti sul corpo della donna. Insomma, uno stile senza esitazioni. La geometria è sempre il tratto... / READ MORE /
Se non si ricorre a schemi ripetitivi e tradizionali, risulta assai difficile rinnovare il linguaggio del guardaroba maschile, con il rischio della scarsa vendibilità degli abiti. Come sempre ci riesce Giorgio Armani, con la linea Emporio, dove la rivoluzione silenziosa fa leva sul mondo dell’Arte Optical. L’uomo della prossima primavera-estate di Emporio Armani è quasi... / READ MORE /
L’affidamento della direzione artistica di Tod’s ad Alessandra Facchinetti si sta rivelando, per Diego Della Valle, una scelta vincente. E non solo per l’innegabile talento della designer: per il brand marchigiano si sta delineando anche una ben precisa immagine del prodotto-moda. L’avventura è partita dagli accessori, ma le collezioni di abiti interpretano magistralmente il DNA... / READ MORE /
Alla base della collezione Saint Laurent disegnata da Hedi Slimane c’è sicuramente un pensiero forte, tagliente, irriverente, ma non troviamo un codice formale ben definito. Mentre i designer si sforzano per la coerenza, Slimane crea contrasti. Ogni capo, uno stile. La passerella della primavera-estate 2015 è fatta di accostamenti volutamente casuali, portatori di dissonanza. La... / READ MORE /
La ricerca espressiva di Antonio Marras sembra esplora nuovi orizzonti culturali. Dopo raffinate trascrizioni della tradizione popolare – riferite specialmente alla Sardegna, sua terra d’origine – il designer rivolge l’interesse verso l’immaginario giapponese. I patchwork di lane rurali e ruvide lasciano il posto a uno stile più luminoso e soave. Per la prossima primavera-estate, la... / READ MORE /
Come di consueto, un lussuoso understatement pervade la collezione di abbigliamento di Hermès. La maison parigina non rincorre né la sperimentazione frenetica né i trend più spericolati, ma punta su prodotti rassicuranti e spontanei. Christophe Lemaire, al timone creativo dello storico brand, coltiva, per la donna della prossima estate, una dimensione introversa, intimista e solitaria.... / READ MORE /
Giorgio Armani festeggia i primi 10 anni della propria linea di alta moda con una collezione di suprema raffinatezza. In questa occasione, Armani Privé interpreta il tema del bambù, già apparso nella ambientazioni dei negozi del designer in Oriente e nella sua collezione d’arredo. A partire dalle stampe su organza e chiffon, le canne sono... / READ MORE /
Se sul versante Prada, la signora Miuccia non esita a sconfinare nel concettuale e perfino nell’assurdo, nella collezione Miu Miu conserva un sereno realismo, sia nei confronti dell’immagine femminile sia verso il mercato. Omogeneità e freschezza sono i punti di forza della collezione destinata alla primavera-estate 2015. Gli outfit si focalizzano su tre temi: la... / READ MORE /
Il mondo estetico di Paco Rabanne contiene risorse più ampie e sorprendenti di quanto si possa pensare. Lo dimostra la collezione primavera-estate 2015, dove il giovane direttore creativo, Julien Dossena, addirittura sdoppia la visione della donna senza che queste due “versioni” entrino in conflitto fra loro. Da un lato una donna rigorosa, un po’ androgina,... / READ MORE /
Con approcci completamente differenti, le passerelle di Milano, New York, Parigi e Londra propongono delle visioni forti e sovversive della contemporaneità. Nell’intento di fare innovazione, molti designer si confrontano con un mondo femminile piuttosto diffidente verso i linguaggi che si staccano dal passato. In verità, nelle creazioni destinate sia all’uomo che alla donna, ravvisiamo delle... / READ MORE /