15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

A proposito della collezione di Tod’s per il prossimo autunno, c’è più soddisfazione a guardarla che non a recensirla in sede giornalistica. La palette cromatica sembra campionare il paesaggio collinare delle marche, dove l’azienda ha sede. L’identità dei modelli risiede soprattutto nella vasta gamma di marroni, in nuance calde e luminose, con incursioni amaranto e... / READ MORE /
Nel mirino di Serge Ruffieux, direttore artistico di Carven, c’è la vita di tutti i giorni. E dedica la collezione autunno-inverno ’18 alla donna che si muove in città, che lavora, che però non vuole rinunciare a capi pratici e sofisticati. Ovviamente manda in passerella outfit concepiti soprattutto per il giorno, il cui filo conduttore... / READ MORE /
Nel caos stilistico della contemporaneità, dove i linguaggi coesistono generando una sorta di iper-scelta, David Koma ha il merito di avare individuato una sintassi non solo del tutto personale e moderna, ma anche sintetica, asciutta, incisiva. Koma, lavora per riduzione e per selezione dei segni. Nelle sue collezioni, si riconosce sempre una cifra unitaria. Sulla... / READ MORE /
Oramai l’attenzione semantica al mondo dello streetwear ha contagiato anche i brand più “storici” e più inclini all’esaltazione della femminilità. Da Valentino, per la prossima primavera-estate, una collezione che contamina tipologie rudi e funzionali (parka da operai, giacconi impermeabili e tute) con la dolcezza delle pailette e dei colori pastello. La mano di Pier Paolo... / READ MORE /
Nelle collezioni di abbigliamento, uno dei marchi più prestigiosi del luxury mondiale sembra puntare verso un linguaggio pacato, attento alla “normalità”. Mentre una borsetta Hermès è uno status symbol, con una riconoscibilità immediata, un capo da indossare rispecchia il senso della quotidianità e perfino della tradizione. Sulla passerella estiva di Hermès, colori tenui e caldi... / READ MORE /
Il linguaggio di Olivier Rousteing per Balmain si fonda sull’accostamento, incidentale e sontuoso, di materiali e linee. Per la stagione autunnale 2017, con piglio sicuro, il direttore creativo esaspera questo approccio. Pelli (dal coccodrillo allo suede), borchie, filati, macro-tweed, corda, velluto e tanto, tanto altro compongono una sinfonia di soluzioni costruttive. Come in una chiesa... / READ MORE /
Nel governare l’immagine prodotto di Mugler, David Koma sceglie la strada della sintesi. Una collezione veloce, coerente, che rivisita in chiave attuale quel mondo sexy e incantato. Per il prossimo autunno-inverno, il tema-hit è rappresentato dal mini abito da cocktail: simmetrico o asimmetrico, si compone di linee scattanti e decise, che culminano nelle iconiche spalle... / READ MORE /
Dal suo esordio nel campo del prȇt-à-porter, Prada non ha mai puntato su un linguaggio coerente e identificativo, bensì su un approccio quasi dissacratore, che riporta lo stile al suo stato granulare. Al di là della grammatica che caratterizza la collezione autunnale 2017-18, ci piace rilevare la contaminazione disinvolta di tanti elementi apparentemente dissonanti, ricomposti... / READ MORE /
L’anima del Maestro Yves c’è ancora tutta: una donna fatale e classica che ama trasgredire, aprendo nuove vie dell’autoaffermazione. Nella collezione autunno 2017 i canoni espressivi di Yves Saint Laurent sono rivisitati da Antony Vaccarello con un’energia mai vista prima. Abiti da cocktail corti e sexy abbandonano il raso e il velluto a favore della... / READ MORE /
Alcuni brand storici di Parigi, capaci di invadere il mercato globale con gli accessori, faticano a trovare un linguaggio riconoscibile per le linee di abbigliamento. Questa sfida è vinta da Hermès, che non insegue boutade da passerella o presunte genialità, ma cerca di affinare man mano uno stile coerente con l’immagine del prodotto-pelletteria. Christophe Lemaire... / READ MORE /
Fra le collezioni più entusiasmanti e chic del prossimo autunno-inverno, troviamo sicuramente quella di Genny. È la prima volta in cui, ingiustamente, parliamo del brand diretto da Sara Cavazza Facchini, anche se esso dà sempre delle lezioni di vera modernità. Sulla passerella di Milano grande sorpresa: la stagione fredda è disegnata quasi tutta in bianco... / READ MORE /
versace
Le collezioni di Versace adottano sempre dei criteri del tutto speciali nell’appartenere al presente. Il più importante riguarda la capacità di reinventare uno stile pur nella fedeltà a un preciso codice genetico. Un primo sguardo alla passerella dell’autunno-inverno 2017 ci fa ravvisare una vaga somiglianza con le proposte (perverse) di un prestigioso brand francese. Spalle... / READ MORE /
Qualche anno fa, in occasione del rilancio del marchio Vionnet, si pose il problema della riconoscibilità di uno stile dopo decenni di interruzione. Osservando la collezione per la stagione autunno-inverno che sta per iniziare, i risultati sono convincenti. Il team Vionnet, capitanato da Goga Ashkenazi, va innanzitutto alla ricerca di una diversità rispetto al panorama... / READ MORE /
Sempre ancoràti alle tradizioni di una terra affascinante e misteriosa, ma anche alla ricerca di nuovi moduli espressivi. Per uscire dal misticismo della Trinacria, Dolce&Gabbana si rivolgono al mondo delle fiabe e dell’immaginario infantile. Questa volta sono gli abiti da giorno a veicolare un quid di novità. Al posto delle proverbiali placche ex-voto, dal sapore... / READ MORE /
Un capo Missoni rappresenta sempre un investimento infallibile, un must che sopravvive ai cambiamenti delle mode e dei trend. Ogni collezione è chiaramente diversa dall’altra, ma quei pattern inconfondibili generano una sorta di rapporto affettivo con chi li indossa. La collezione autunno-inverno 2016 rafforza questo concetto. Angela Missoni conferma la presenza di lavorazioni multicolori e... / READ MORE /
La presentazione rientrava nel quadro della fashion week dedicata al prêt-à-porter, ma Hedi Slimane ha dato alla sfilata il tono dell’alta moda. Eh sì, perché l’evento si caricava di un significato speciale: dopo qualche settimana dopo l’annuncio dell’addio alla maison Saint Laurent da parte del direttore creativo. Dallo scalone della Fondation scendono abiti molto più... / READ MORE /
Anche Giorgio Armani, guru dell’eleganza rilassata e soft, è sempre più affascinato dal mondo del digitale. Dopo una stagione caratterizzata dai colori al neon, la linea Emporio Armani conferma l’interesse per l’estetica artificiale e informatica. La ragazza della collezione autunno-inverno del 2017 viene decorata da geometrie elementari. Colori accesi su fondo nero, in un linguaggio... / READ MORE /
Fatturati in decisa crescita e plauso della critica. Ma entrambi i fenomeni non placano il nostro scetticismo verso il corso impresso da Alessandro Michele da Gucci. Tanti, troppi temi, trascritti in modo confuso e forzoso, affollano la collezione per la prossima stagione invernale. Suggestioni e dettagli provenienti da una triste tradizione borghese che non trovano... / READ MORE /