15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

… eppure massimalista. L’uomo disegnato da Alexandre Wang per Balenciaga è il tema che forse lascia al direttore creativo la possibilità di esprimere maggiormente la propria sensibilità estetica, fatta di linee pulitissime, geometriche, armoniche. Però è proprio nella ricerca di un rigore visivo e formale che emerge un linguaggio forte, altamente caratterizzante, dato che la... / READ MORE /
La collezione autunno-inverno ’14-15 di Miu Miu non né semplicemente una versione “easy” del marchio Prada, ma ha tutte le caratteristiche della linea di abiti studiati appositamente per il mondo delle adolescenti che vanno a scuola… ovviamente in un liceo glamour! Per Miu Miu, la signora Miuccia pensa alle ragazze “reali” e “normali”, come quelle... / READ MORE /
Quelli immaginati da Kris van Assche per il prossimo autunno-inverno sono ragazzi sicuramente poco stravaganti, ma desiderano introdurre nel vestire un pizzico di ironia garbata e composta, senza perdere l’aria bon-ton. Il designer costruisce la collezione su temi-base del guardaroba maschile informale. Le giacche sono asciutte e corte, i pantaloni sia affilati che cadenti, mentre... / READ MORE /
Dopo la parentesi creativa di Antonio Marras, che a nostro avviso non suscita alcun rimpianto, Humberto Leon e Carol Lim proiettano la maison Kenzo nella contemporaneità. Durante la sfilata per la presentazione della collezione autunno-inverno ’14-15, lo stesso maestro mostrava segni labiali di apprezzamento, come se si ricucisse una continuità spezzata. La coppia dei nuovi... / READ MORE /
Con il passare degli anni, la sinergia tra Adidas e Yohji Yamamoto si rivela sempre vincente e conserva un’identità inconfutabile. Si chiama Y-3 ed è una delle esperienze più brillanti nell’interpretazione del mondo dei giovani proiettati verso il futuro. Y-3 vuol dire nuova generazione della moda. La tecnologia dell’azienda tedesca dello sportswear e la filosofia... / READ MORE /
Dopo l’affidamento della direzione artistica ad Alexander Wang, giovane designer newyorkese, la maison Balenciaga è in equilibrio tra la memoria di un passato prestigioso e la moda della nuova generazione. Wang decide comunque per uno stile sobrio, costituito da pochi segni incisivi. La collezione autunno inverno 2014-15 è stata accolta in modo tiepido, ma noi... / READ MORE /
Un tempo sulla passerella di Dior Homme vedevamo capi ibridi per un uomo ibrido. Era difficile classificare una tipologia rispetto a un’altra. Questo imbarazzo non esiste più di fronte alla collezione autunno-inverno 2014-15, per la quale Kris van Assche lavora fondamentalmente su un solo tema: l’abito, specie quello gessato. Come di consueto, le linee sono... / READ MORE /
Non accade a Londra, culla del movimento punk. Tantomeno accade a Milano, dove gli stilisti, da sempre, stanno attenti a non deragliare. E nemmeno a New York, dove non esiste una cultura della moda storicizzata. E a Parigi cosa accade? Nella Ville Lumière c’è posto per la sperimentazione e per l’avanguardia, proprio accanto ai nomi... / READ MORE /
Le collezioni di Jean Paul Gaultier, ex enfant terrible della moda francese, si sono sempre ispirate ai temi più bizzarri della vita reale. Poche settimane fa abbiamo visto sfilare modelli insolitamente ispirati alle imprese astronautiche. La donna di Gaultier non è però portatrice di una reale innovazione tecnologica, come i riferimenti progettuali vorrebbero indicare. Vestirà... / READ MORE /
Anche se la virilità cui si fa cenno nel titolo resta sicuramente molto sofisticata, Riccardo Tisci, direttore creativo di Givenchy, attinge a piene mani nell’iconografia legata al mondo del basket, sport maschile per eccellenza. Oltre ad ambientare la sfilata in un palazzetto apposito, riporta su felpe e bomber le linee circolari che segnano i campi... / READ MORE /
Giacche, pantaloni, golf e giubbotti hanno forme precise, pulite, ma ciò che accade all’interno del loro perimetro è un vero trip nella grafica lisergica. L’uomo di Issey Miyake abbandona il mondo spirituale e meditativo dello stile giapponese e si lascia risucchiare da immagini psichedeliche. Ma non è un coinvolgimento rilassante: i pattern sono nervosi, visivamente... / READ MORE /
Da quando Maria Grazie Chiuri e Pier Paolo Piccioli hanno assunto la direzione creativa della Maison romana, anche il codice vestimentario maschile è stato sottoposto a un profondo ripensamento. Dopo l’immagine dell’uomo classico, cosmopolita e aristocratico impressa dal signor Garavani, l’attenzione progettuale ricade sulla quotidiantità, per quanto raffinata, e sul linguaggio adolescenziale, capace di far... / READ MORE /
Dopo la sfilata, critici e giornalisti sostanzialmente concordavano su un aspetto: collezione egregiamente disegnata ma troppo autoreferenziale e astratta, cioè lontana da un effettivo mercato. Oltre 40 anni fa ci pensarono Pierre Cardin e Courrèges a delineare un’idea di donna innamorata del futuro. Oggi Gareth Pugh propone regine tecnologiche, statue post-moderne dalle geometrie perfette. Per... / READ MORE /