15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

Grande ritorno sulle passerelle parigine per Courrèges, marchio illustre della moda francese più avveniristica. Però il fatto che si tratti di un evento sia realmente “grande” è da discutere: mentre da una delle maison più “futuristiche” della moda ci aspettavamo proposte ad alta innovazione, abbiamo visto degli outfit al limite con il minimalismo. Forse per... / READ MORE /
Le collezioni concepite da Alessandro Dell’Acqua per Rochas sono sempre inattaccabili. Ben disegnate, esprimono le capacità del designer milanese e rispettano la tradizione della maison parigina. Ma soprattutto risolvono il difficile rapporto tra la necessità di un prodotto di alta gamma e la portabilità dei capi. Dell’Acqua sceglie tagli molto semplici – talvolta a sacco,... / READ MORE /
Per definire il mood della collezione-autunno inverno 2015 di Moncler Gamme Rouge, Giambattista Valli, direttore creativo del marchio, sceglie un ibrido insolito: il mondo dell’equitazione trasportato nella sfera delle nevi. In particolare, la collezione assume una chiara inflessione british, che ci ricorda le corse ippiche di Ascot o le battute di caccia alla volpe. Valli... / READ MORE /
Nel caso di Lanvin, il termine “libertà” significa che il lavoro di Alber Elbasz non si irrigidisce in cliché precostituiti e nemmeno nella tradizione della maison parigina. Semplicemente, l’attuale direttore creativo interpreta e rinnova un mood rileggendo ogni volta in modo diverso uno spirito impalpabile. Le collezioni di Lanvin, difatti, non sono mai super coerenti... / READ MORE /
La direzione artistica di Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri ha condotto lo stile di Valentino verso una dimensione sognante, surreale. Nella loro ricerca espressiva, la donna diventa ancora più eterea. Pur rimanendo in un ambito classico, i due designer vanno definendo un linguaggio nuovo, un “qualcosa” che prima non c’era, in una tensione perenne... / READ MORE /
La collezione uomo disegnata da Riccardo Tisci per l’autunno-inverno 2015 di Givenchy è la summa dell’impatto visivo. I capi sono basic nel taglio e nella tipologia (a parte le insolite gonne abbottonate sul davanti) mentre sulla superficie sono riprodotti dei tappeti mediorientali. Motivi simmetrici, coloratissimi, ricoprono la figura maschile con un’iconografia mai usata prima d’ora,... / READ MORE /
Senza un filone stilistico dominante, la moda è forse il settore più pluralista del mondo della creatività. Tra contemporaneità e citazione, tra romanticismo e tecnologia, nella moda c’è spazio per tutto e per tutti, come fa Balmain nel trascrivere il linguaggio degli anni ’80. Olivier Rousteing, direttore creativo del marchio francese, saccheggia l’immaginario di quel... / READ MORE /
Mix imprevedibili, contaminazioni assurde e tanta dissacrazione sono il vero DNA del gruppo Prada. Anche Miu Miu, il marchio rivolto a una clientela più giovane, non sfugge a quell’estetica improbabile. Anche quando si riagganciano i canoni del vestiario femminile borghese degli anni ’50, il disegno dell’abito insegue sempre la sfera acida. Anche per la stagione... / READ MORE /
Dopo anni di immaginario onirico, le fate di Mugler diventano reali, entrano nella vita di ogni donna e si fanno interpreti della dimensione digitale. Sexy, accattivanti, ma proiettate nella nostra epoca, a partire dalla struttura semplice dei miniabiti da cocktail: David Koma, direttore artistico del marchio parigino, disegna una collezione scattante, realmente contemporanea, che assorbe... / READ MORE /
Un modo poetico per collegare Occidente e Sol Levante. Junya Watanabe reinterpreta la tradizione giapponese dell’origami. Quella per l’autunno-inverno 2015 è una collezione molto sofisticata, ma al tempo stesso rigorosa. Gli outfit sono il frutto di un equilibrio tra capi essenziali (pantaloni neri, camicette bianche) ed elementi scultorei. Cappelli, maxi-sciarpe, soprabiti e soprattutto cappe sono... / READ MORE /
Per Elie Saab, la “classicità” non coincide con il recupero stili del passato ma significa puntare verso forme sublimi. Le creazioni del designer libanese esprimono sempre un’idea di eleganza iperfemminile tipica di una donna da jet set, quasi da diva d’altri tempi, ma riscritte con un linguaggio più moderno e veloce. Anche con un completo-pantalone... / READ MORE /
Nel disegnare la collezione uomo di Louis Vuitton per il prossimo autunno, Kim Jones riesce in due intenti altamente difficili: dare alla collezione una cifra unitaria; e, ancor prima, trovare un elemento di originalità e di identificazione formale, senza far ricadere l’abito maschile nel ridicolo o nel grottesco. Una corda stilizzata e molto ingrandita, spezzata... / READ MORE /
Dopo un autunno-inverno dai toni cromatici e dai tagli decisi, Akris ammorbidisce il proprio registro espressivo, pur mantenendo un approccio ultra-modernista al disegno dell’abito femminile. Una collezione sussurrata, quella della stagione fredda del 2015, comoda, dai toni morbidi e delicati. Più precisamente, Albert Kriemler, il direttore creativo del brand tedesco, dà vita a una palette... / READ MORE /
Lo stile di Kenzo, specialmente dopo il ritiro di Monsieur Takada dall’attività, sta vivendo un percorso evolutivo molto dinamico, dove ricerca e tradizione si confrontano per dar luogo a collezioni sempre diverse ma sempre fedeli alla filosofia originaria… Modernità assoluta anche per la collezione autunno-inverno del 2015 di Kenzo, per la quale Humberto Leon e... / READ MORE /
La storia del design svedese ci ha abituati a un linguaggio pulito e razionale, privo di estremismi formali. Attraverso la limpidezza di colori e di linee, con un occhio alla tradizione locale, ha aperto le strade del Modernismo. Anche se esiste uno mondo estetico tutto nordeuropeo, lo stile di Acne Studios, per un momento, si... / READ MORE /
L’eccellente lavoro di Alexander Wang per Balenciaga alterna collezioni più cool ad altre più fedeli alla tradizione della couture francese. Per l’autunno-inverno 2015, sulla passerella di Balenciaga si torna a respirare un’atmosfera da atelier anni’50, dominata da un magico senso dell’eleganza borghese. La collezione, davvero splendida, riesce a riproporre la dimensione della sartorialità grazie all’uso... / READ MORE /