15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

La scelta di Versace di affidare ad Antony Vaccarello la direzione creativa di Versus è certamente vincente: una sensibilità contemporanea capace di interpretare con mano sicura lo spirito della maison milanese. Vaccarello vuole per Versus forme rigorose e incisive, concretizzate attraverso un numero ristretto di materiali e una gamma assai limitata di dettagli “decorativi”. In... / READ MORE /
In occasione dei suoi esordi sulle passerelle londinesi, David Koma era stato indicato come una figura creativa realmente nuova grazie a uno stile graffiante e deciso. Geometrie, linee rigorosissime, colori netti erano i leit motiv di un linguaggio decisamente contemporaneo. Con l’assunzione della direzione artistica di Mugler, il suo profilo si è sdoppiato. Estremismi e... / READ MORE /
Coerenza e variazione. Imprevedibilità e cliché. Ripetitività nella sregolatezza. Il linguaggio di Vivienne Westwood è metamorfico, si adatta ai tempi e alle esigenze del mercato globale pur mantenendo degli standard formali assai riconoscibili. Le collezioni si susseguono, le etichette si moltiplicano e ogni volta si rinnova il sapore della Londra punk degli anni ’70, quando... / READ MORE /
Julien Mcdonald, uno dei designer più versatili del fashion contemporaneo, esplora di continuo linguaggi e stili per comporre collezioni unitarie e ben riconoscibili. Questa versatilità si esplicita anche quando egli vuole imprimere alla collezione una cifra molto coerente. Lo fa, in questo caso, attraverso l’uso del nero, totale o abbinato a colori decisi come il... / READ MORE /
Il marchio più britannico della moda globale non poteva che rievocare una delle pagine più significative della storia inglese: il legame coloniale con l’India, che ha rappresentato un lungo e intenso momento di scambio culturale. Per Christopher Bailey, direttore creativo di Burberry Prorsum, guardare all’India significa rievocare un mondo lontano, polisensoriale, estraneo dalla rigida etichetta... / READ MORE /
David Koma è un designer della nuova generazione. Il suo percorso creativo, inevitabilmente, è segnato da riferimenti alle figure più progressiste della moda globale. Eppure egli perfeziona il proprio linguaggio usando linee e colori senza mezze misure, come segni forti sul corpo della donna. Insomma, uno stile senza esitazioni. La geometria è sempre il tratto... / READ MORE /
La fisicità della maglieria sembra incompatibile con la stagione estiva. Eppure Massimo Nicosia è riuscito a imprimere una svolta nelle creazioni di Pringle of Scotland portando il knitwear a un sublime grado di lievità. Tessiture impalpabili, semitrasparenti, ma tanto compatte da sembrare organza. La collezione primavera-estate 2015 è costituita dai classici capi femminili dal disegno... / READ MORE /
La moda targata Alexander Mcqueen attinge di volta in volta a tante suggestioni stilistiche, in una fantastica sequenza di stili e di temi. La particolarità di ciascuna collezione sta soprattutto nel filtrare i diversi aspetti della femminilità in chiave fiabesca con accenti noir. Per la primavera-estate 2015 Sarah Burton, direttore creativo della maison londinese, sceglie... / READ MORE /
Non sappiamo se riconoscere ad Antonio Berardi una notevole capacità di sintesi stilistica nella galassia (caotica) dei linguaggi oppure se riconoscere in lui un lavoro del tutto personale, quasi intimo, protetto dalle contaminazioni della moda. Da anni è un designer apprezzatissimo ma discreto, quasi preferisse la sintonia con le donne al successo globale. Nel suo... / READ MORE /
Per la maison londinese Peter Pilotto la “decorazione”, ovvero i caratteri della superficie tessile, non sono separati dall’architettura dell’abito. Per Peter Pilotto e Christopher De Vos, titolari del marchio, ogni collezione è l’occasione per sperimentare pattern contemporanei. Con la collezione autunno-inverno ’14-15, il tandem di designer si focalizza ancora sulle geometrie astratte, che prendono la... / READ MORE /
Da decenni fornitore ufficiale di maglieria della famiglia Windsor, il marchio Pringle of Scotland esprime una qualità radicata nella tradizione. Per l’attuale direttore creativo, Massimo Nicosia, l’impegno sta soprattutto nel coniugare l’idea di una classicità assoluta con il mondo contemporaneo, ovvero uno stile ultra-sobrio, speculare a un aplomb tutto britannico, con l’assetto caleidoscopico della moda... / READ MORE /
Non sempre tra prodotto-moda e il suo spazio espositivo esiste una perfetta corrispondenza: eccesso di neutralità, sovraccarico semantico o allestimenti autoreferenziali non sempre collaborano alla valorizzazione dell’abito. Per Acne Studios, marchio scandinavo molto amato dal pubblico più attento all’abbigliamento innovativo, è importante l’omogeneità di linguaggio tra contenitore e contenuto. Per l’apertura del terzo negozio di... / READ MORE /
Da sempre Paul Smith, attento allo stile della quotidianità, disegna capi confortevoli e “affettuosi”, coniugando tradizione e modernità. Per la prossima stagione autunno-inverno prepara una collezione capace di creare per il corpo della donna un involucro assolutamente informale e rilassante. La fonte di ispirazione è proprio l’abbigliamento della zona più intima ed estrema della casa:... / READ MORE /