15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

UNA LUCERTOLA ELEGANTISSIMA

03/31/2014
È forse il riferimento cinematografico a far sì che sia nata una collezione iconograficamente perfetta. Alessandro De Benedetti, nuovo direttore creativo di Mila Schön, illustre Maison milanese, si è ispirato al film “Una lucertola con la pelle di donna”, thriller interpretato nel 1971 da un’intrigante Florinda Bolkan. La collezione ricalca i caratteri radical-chic del primo... / READ MORE /

È forse il riferimento cinematografico a far sì che sia nata una collezione iconograficamente perfetta. Alessandro De Benedetti, nuovo direttore creativo di Mila Schön, illustre Maison milanese, si è ispirato al film “Una lucertola con la pelle di donna”, thriller interpretato nel 1971 da un’intrigante Florinda Bolkan.

La collezione ricalca i caratteri radical-chic del primo scorcio degli anni ’70: sartorialità dominante, austera raffinatezza e tanta, tanta geometria, concretizzata soprattutto nella silhouette ad A e nelle stampe.

In piena filosofia Mila Schön, De Benedetti ricompone l’identikit di una donna aristocratica ma moderna, attenta alla qualità dei materiali, delle lavorazioni e dei dettagli. La collezione accoglie pochi colori, seppur molto distanti fra loro: castagna, rosso lacca, lilla, blu notte e alcune gradazioni di bianco.

Nonostante il designer abbia respirato quelle atmosfere filmiche e sociali, compone la collezione con molta disinvoltura e libertà, creando tagli e disegni anche molto diversi fra loro, senza pericolo di uniformità. Del resto, la suggestiva presentazione multimediale all’interno di un palazzo storico mette in luce l’attitudine di De Benedetti alla sperimentazione e alla contaminazione dei linguaggi.

A very elegant lizard – It is perhaps the cinema reference to ensure that resulted a collection iconographically perfect. Alessandro De Benedetti, new creative director of Mila Schön, illustrious Milan’s Maison, was inspired by the movie “A lizard in a woman’s skin”, a thriller starring in 1971 by an intriguing Florinda Balkan.

The collection follows the radical-chic characters of the first part of the 70s: dominant tailoring, austere refinement and many, many geometry, materialized especially in the silhouette A shaped and in prints.

In full Mila Schön’s phylosophy, De Benedetti redials the identikit of an aristocratic woman but modern, attentive to the quality of materials, workmanship and details. The collection includes a few colors, although very distant from each other: chestnut, lacquer red, purple, night blue and a few shades of white.

Despite the designer has breathed that filmic and social atmosphere, he arranges the collection with great ease and freedom, creating cuts and lines that are very different from each other, without the danger of uniformity. Moreover, the impressive multimedia presentation in a historic palace highlights the attitude of De Benedetti to experimentation and contamination of languages.

DON'T MISS THIS ONE: GRINTA E GEOMETRIA