15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

UNO STILE IN LIBERTÀ

09/07/2015
Nel caso di Lanvin, il termine “libertà” significa che il lavoro di Alber Elbasz non si irrigidisce in cliché precostituiti e nemmeno nella tradizione della maison parigina. Semplicemente, l’attuale direttore creativo interpreta e rinnova un mood rileggendo ogni volta in modo diverso uno spirito impalpabile. Le collezioni di Lanvin, difatti, non sono mai super coerenti... / READ MORE /

Nel caso di Lanvin, il termine “libertà” significa che il lavoro di Alber Elbasz non si irrigidisce in cliché precostituiti e nemmeno nella tradizione della maison parigina. Semplicemente, l’attuale direttore creativo interpreta e rinnova un mood rileggendo ogni volta in modo diverso uno spirito impalpabile.

Le collezioni di Lanvin, difatti, non sono mai super coerenti e omogenee. Le donne in passerella sono accomunate solo dal senso della libertà di stile.

Anche per la collezione autunno-inverno 2015-16, Elbasz fa sfilare con estrema disinvoltura il consueto mix linguistico, fatto da echi spagnoleggianti ma anche dalle atmosfere decadenti di Fortuny e dal mondo gipsy.

Le diverse suggestioni (ricami da belle époque, geometrie, superfici texturate) si ricompongono in un quadro dagli accenti borghesi e preziosi, ma anche in capi facili da indossare.

A freedom style – In the case of Lanvin, the term “freedom” means that the work of Alber Elbasz doesn’t stiffern in preconceived clichés and even in the tradition of the Parisian fashion house. Simply, the current creative director interprets and renews a mood rereading each time in a different way an impalpable spirit.

The collections of Lanvin, in fact, are never super consistent and homogeneous. The women on the catwalk are united only by the sense of freedom of style.

Also for the autumn-winter 2015-16, Elbasz let parade with great ease the usual language mix, done by Spanish echoes but also from decadent atmospheres of Fortuny and the gypsy world.

The different suggestions (embroidery from the Belle Epoque, geometry, texture surfaces) are recomposed in a framework with bourgeois accents and precious, but also in easy to wear garments.

DON'T MISS THIS ONE: RITORNO ALLA COUTURE