15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

MATERIA RURALE

03/14/2016
Anche un brand storico del Sol Levante sembra abbandonare – o anche solo ridimensionare – i leit motiv linguistici del passato, a favore di soluzioni più adatte a un mercato profondamente trasformato e in piena congestione. Per la collezione primavera-estate 2016, Yoshiyuki Miyamae, direttore creativo di Issey Miyake, si allontana dalle forme scultoree e dai... / READ MORE /


Anche un brand storico del Sol Levante sembra abbandonare – o anche solo ridimensionare – i leit motiv linguistici del passato, a favore di soluzioni più adatte a un mercato profondamente trasformato e in piena congestione.

Per la collezione primavera-estate 2016, Yoshiyuki Miyamae, direttore creativo di Issey Miyake, si allontana dalle forme scultoree e dai virtuosismo della plissettatura per sviluppare un tema completamente diverso: la tela con l’orlo sfrangiato. Le superfici prendono spunto da un immaginario un po’ etnico, specie se applicato a queste silhouette particolarmente schematiche, ma gli abiti rispecchiano una concezione molto metropolitana dell’abbigliamento.

Nel tessuto, a grana grossa, sono visibili trama e ordito a colori diversi, che comunque sono giocati sui toni dell’azzurro e del nero, con incursioni di rosa geranio e di turchese. Nonostante la “fisicità” della stoffa, l’effetto visivo della freschezza e dell’allegria sono comunque garantiti.

Ancora una volta, la riconoscibilità di questa collezione di Issey Miyake deriva proprio da intense riflessioni sul materiale, anche quando non si ricercano effetti di plasticità.

Rural matter – Also a historical brand of the Rising Sun seems to abandon – or even resize – linguistic leitmotif of the past, in favor of more suitable solutions to a radically changed market and in full congestion.

For spring-summer 2016 collection, Yoshiyuki Miyamae, creative director of Issey Miyake, moves away from the sculptural forms and virtuosity of pleating to develop a completely different theme: the canvas with frayed hem. The surfaces are inspired by an imaginary some ‘ethnic, especially when applied to these silhouettes very schematic, but the clothes reflect a very metropolitan clothing design.

In the fabric, coarse-grained, warp and weft are visible in different colors, which are still played on blue and black tones, with pink geranium and turquoise raids. Despite the “physicality” of the fabric, the visual effect of freshness and cheerfulness are still guaranteed.

Once again, the recognizability of this Issey Miyake collection derives from intense reflections on the material, even when you are watching for plasticity effects.

DON'T MISS THIS ONE: INTERNATIONAL WOOLMARK PRIZE 2013-14