15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

L’ABITO-FOLDER

25/09/2014
Un brand di moda può trincerarsi dietro a dei cliché che lo rendono riconoscibile per due motivi: un certo stile è una garanzia di successo commerciale oppure il virtuosismo linguistico fa parte di una narrazione iconografica. Questo secondo caso riguarda Issey Miyake, che con i suoi abiti-origami ha collegato la tradizione giapponese al presente globalizzato.... / READ MORE /

Un brand di moda può trincerarsi dietro a dei cliché che lo rendono riconoscibile per due motivi: un certo stile è una garanzia di successo commerciale oppure il virtuosismo linguistico fa parte di una narrazione iconografica. Questo secondo caso riguarda Issey Miyake, che con i suoi abiti-origami ha collegato la tradizione giapponese al presente globalizzato.

La plissettatura è ancora il tema dominante della collezione autunno-inverno ’14. I volumi barocchi e iperdimensionati appaiono superati da casacche e da abiti più compatti. Tuttavia le minuscole pieghe di seta non cessano di stupirci. Alcuni modelli a fisarmonica si comprimono e stanno in una borsa-folder; in altri, le superfici sono solcate da raffinate ondulazioni.

Yoshiyuki Miyamae, alla guida creativa di Issey Miyake, esplora tinte unite sia calde (ocra e rosso rubino accostati al nero) e fredde (azzurro acqua, prugna, grigio alluminio e blu notte).

La fitta sequenza di linee parallele è talmente caratterizzante da essere anche stampato: la grafica in bianco e nero compone il patchwork irregolare di giacche e gonne.

The folder-dress – A fashion brand can hide behind a cliché that make it recognizable for two reasons: a certain style is a guarantee of commercial success or the linguistic virtuosity is part of a narrative iconography. This second case involves Issey Miyake, who with his origami-clothes linked the Japanese tradition to the globalized present.

The pleating is still the dominant theme of the autumn-winter ‘14. The baroque and oversized volumes appear overcome by tunics and dresses more compact. However the tiny pleats by silk never cease to amaze us. Some accordion models are compressed in a bag-folder; in others, the surfaces are plowed by fine undulations.

Yoshiyuki Miyamae, the designer-in-chief of Issey Miyake, explores both warm solid colors (ocher and ruby red matched to black) and cold (light blue water, plum, gray and dark blue).

The close sequence of parallel lines is so characterizing as to be also printed: the graphics in black and white makes up the irregular patchwork of jackets and skirts.

DON'T MISS THIS ONE: CORRENTI MAGNETICHE