15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

LA TERZA NATURA

03/03/2015
Accanto al regno vegetale e a quello animale, sta quello di Iris van Herpen, regina della moda sintetica. Tra ispirazioni organiche e fantastiche, la tecnologia permette alla designer belga di fare della vera innovazione. Iris van Herpen è ben consapevole che le sue creazioni non incontrano la vita reale quotidiana. E difatti manda in passerella... / READ MORE /

Accanto al regno vegetale e a quello animale, sta quello di Iris van Herpen, regina della moda sintetica. Tra ispirazioni organiche e fantastiche, la tecnologia permette alla designer belga di fare della vera innovazione.

Iris van Herpen è ben consapevole che le sue creazioni non incontrano la vita reale quotidiana. E difatti manda in passerella abiti per occasioni speciali. In particolare, per la primavera-estate 2015, incentra la propria attenzione progettuale sull’abito da cocktail, corto, aderente al corpo, scollato, perforato da giochi di semitrasparenze tridimensionali.

Sul corpo della donna appaiono aggregazioni molecolari bianche, minuziosi origami metallizzati o griglie geometriche. Nella semplicità dell’architettura generale, la complessità del design, nel senso della progettazione tecnologica del prodotto avanzato.

Come un dandelion gigante o come una macro-medusa, la donna di Iris van Herpen non può assoggettarsi alle regole del mercato. Anzi, indica proprio un possibile indirizzo per l’evoluzione della moda, anche nelle logiche commerciali.

The third nature – Next to the plant kingdom and the animal kingdom, is that of Iris van Herpen, queen of synthetical fashion. Between organic and fantastic inspirations, the technology allows the Belgian designer to make the real innovation.

Iris van Herpen is well aware that his creations do not meet the daily real-life. And in fact she let show on the catwalk outfits for special occasions. In particular, for the spring-summer 2015, she focuses her design attention on the cocktail gown, short, close fitting, very necklined, drilled by the play of three-dimensional semi-transparencies.

On the woman’s body appear white molecules aggregation, meticulous metallic origami or geometric grids. In the simplicity of the general architecture, the complexity of the design, in the sense of the technological design of the advanced product.

Like a giant dandelion or as a macro-jellyfish, the woman of Iris van Herpen can not submit to the rules of the market. Indeed, she precisely indicates a possible adress to the evolution of fashion, even in the commercial logic.

DON'T MISS THIS ONE: UN MOOD VAGAMENTE HIPPY