15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

LINEA DIRETTA UOMO-DONNA

10/06/2014
Al giovane Jason Wu il nuovo compito di interpretare, in chiave femminile, lo stile di Hugo Boss, che da sempre disegna un uomo rigoroso e concreto. Il colosso tedesco del prêt-à-porter desidera ampliare il cliché della grisaglia scegliendo come direttore artistico un ragazzo dal piglio internazionale, già affermato sulla scena newyorkese. Nella collezione Boss by... / READ MORE /

Al giovane Jason Wu il nuovo compito di interpretare, in chiave femminile, lo stile di Hugo Boss, che da sempre disegna un uomo rigoroso e concreto. Il colosso tedesco del prêt-à-porter desidera ampliare il cliché della grisaglia scegliendo come direttore artistico un ragazzo dal piglio internazionale, già affermato sulla scena newyorkese.

Nella collezione Boss by Hugo Boss per il prossimo autunno-inverno, l’abilità di Wu sta nel coniugare grazia e femminilità con quella severità tipica del marchio derivante da tagli semplici e ampio uso dei grigi. Difatti i pezzi progettati da Wu sono molto lievi, ma appaiono progettati per le donne che lavorano nel mondo degli affari. In sostanza, i modelli sono pensati come la trasposizione femminile degli uomini che vestono Hugo Boss.

L’impronta è sartoriale, con tagli controllatissimi e linee precise. Nella maggior parte degli outfit, il direttore creativo gioca sul bicromatismo, accostando in modo variabile colori sicuri come nero, antracite, cammello, bianco gesso e rosa cipria. Molto accattivanti le grafiche ortogonali che ricordano i lavori di Josef Albers.

Possiamo osservare una collezione in equilibrio tra capi-base, intramontabili, nel pieno spirito del brand tedesco, e abiti molto più caratterizzati dal punto di vista formale, che esprimono una sensibilità marcatamente contemporanea.

Direct line man-woman – To the young Jason Wu the new task of interpreting, in a feminine key, the style of Hugo Boss, which always draws a man rigorous and concrete. The German giant of prêt-à -porter wants to expand the cliché of grisaille choosing a guy as artistic director with an international look, yet established on the New York scene.

In the Boss by Hugo Boss collection for next autumn-winter, the ability of Wu is to combine grace and femininity with the severity typical of the brand resulting from simple cuts and extensive use of gray. In fact, the pieces designed by Wu are very mild, but appear designed for women who work in the business world. Essentially, the models are thought of as feminine transposition of the men who wear Hugo Boss.

The imprint is tailor-like, with very restrained cuts and precise lines. In most of the outfits, the creative director plays on the two-tones, blending in a variable way colors like black, gray, camel, white chalk and powder pink. Very eye-catching orthogonal graphics reminiscent of the work of Josef Albers.

We can see a collection balanced between basic dress, timeless, in the spirit of the German brand, and clothes much more characterized on the formal point of view, distinctly expressing a contemporary sensibility.

DON'T MISS THIS ONE: DNA E LIBERA INTERPRETAZIONE