15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

L’UNIFORMITÀ COME VALORE

10/02/2014
Pensando all’uomo dell’autunno-inverno del prossimo anno, Ermanno Scervino ha deciso di sviluppare la collezione partendo da un elemento concreto, capace di caratterizzare in senso formalmente preciso la collezione, al di fuori delle suggestioni poetiche cui di solito gli stilisti si attengono. Abbiamo visto sfilare cappotti, giacconi, abiti, camicie e perfino cravatte realizzati, per la maggior... / READ MORE /

Pensando all’uomo dell’autunno-inverno del prossimo anno, Ermanno Scervino ha deciso di sviluppare la collezione partendo da un elemento concreto, capace di caratterizzare in senso formalmente preciso la collezione, al di fuori delle suggestioni poetiche cui di solito gli stilisti si attengono.

Abbiamo visto sfilare cappotti, giacconi, abiti, camicie e perfino cravatte realizzati, per la maggior parte degli outfit, con un tessuto di lana a scacchi a tre tonalità di grigio pieno, con una variante in azzurro. Abbiamo così riscontrato una cifra visiva che va a unificare capi dal taglio tranquillo, privo di eccentricità e di manipolazioni eccessive del dettaglio.

Scervino propone un uomo decisamente al maschile, vestito con le linee asciutte delle giacche e dei pantaloni. Una visione né tradizionale né classica, ma incardinata sulla sartorialità, dato che il protagonista della collezione è proprio il tessuto.

Accanto a quel tema troviamo tinte unite (antracite, blu navy, azzurro elettrico e il bianco-gesso dei pull), comunque fredde, dei pants in pelle nera e del Principe di Galles. Come (gradevolissimo) colpo di scena finale, una pattuglia di modelli indossano il mantello in modo disinvolto e contemporaneo, senza leziosità da dandy o nostalgie da gentleman borghese.

Uniformity as a value – Thinking man for autumn-winter of next year, Ermanno Scervino has decided to develop the collection from a concrete element, able to characterize in a formally precise sense the collection, outside of poetic suggestions which usually designers draw.

We have seen parading coats, jackets, shirts, dresses and even ties made, for the most part of the outfits, with a checkered woolen fabric in three shades of full gray, with a variation in blue. We have thus found a figure that goes to unify the dresses smoothly tailored, free from eccentricity and from excessive manipulation of details.

Scervino advances a decidedly masculine man, dressed in the close-fitted lines of jackets and pants. A neither traditional nor classical vision, but hinged on the tailoring, as the protagonist of the collection is just the fabric.

Next to that theme are solid colors (anthracite gray, navy blue, electric blue and plaster-white of the pulls), however cold, black leather pants and Prince of Wales. As a (very pleasant) final twist: a patrol of models wearing the cloak so casual and contemporary, without affectation of a dandy or gentleman bourgeois nostalgia.

DON'T MISS THIS ONE: WOMEN AT WORK