15 49.0138 8.38624 arrow 0 both 0 4000 1 0 horizontal http://www.dresss.it 300

THINKING ABOUT FASHION, GLAMOUR AND STYLE

LA PICCOLA FIAMMIFERAIA

05/06/2014
La donna di Calvin Klein adotta, almeno per ora, un’identità ben lontana dal mood patinato e chic della propria consuetudine. Francisco Costa, da oltre 10 anni a capo della linea femminile, porta in passerella uno stile malinconico e pauperistico. Per l’autunno-inverno ’14-15, il paesaggio umano è sempre quello della metropoli, ma lo sguardo è rivolto... / READ MORE /

La donna di Calvin Klein adotta, almeno per ora, un’identità ben lontana dal mood patinato e chic della propria consuetudine. Francisco Costa, da oltre 10 anni a capo della linea femminile, porta in passerella uno stile malinconico e pauperistico. Per l’autunno-inverno ’14-15, il paesaggio umano è sempre quello della metropoli, ma lo sguardo è rivolto a coloro che indossano il cappotto trovato nella discarica, sfilacciato, fuori-taglia e rattoppato.

Costa sceglie stoffe a tessitura molto grossa, a volte con superficie grattata, bordate a piccole frange o con orlo non-finito. La parvenza è grezza o rovinata. Il grigio scuro, simbolo di rinuncia alla femminilità, domina la collezione, ma anche il verde muschio e l’arancio ruggine sono trattati a effetto delabré. Per i cappotti, grosse spille sostituiscono i bottoni.

Particolarmente inatteso è l’uso della maglia lavorata a mano declinato in patchwork: tanti tipi di lana combinati insieme nello stesso golf o porzioni tricotate unite al tessuto con cuciture grossolane.

Le ragazze che sfilano ci ricordano la protagonista della fiaba “La piccola fiammiferaia”, di Andersen. Difatti, niente tacchi ma gonne lunghe e alti anfibi.

The Little Match Seller – The woman Calvin Klein adopt, at least for now, an identity far from the glossy and chic mood of her consuetude. Francisco Costa, for over 10 years at the head of the female line, leads in catwalk a melancholy and pauperistic style. For autumn – winter ‘14-15, the human landscape is always that of the metropolis, but the sight is aimed at those who wear the coat found in the landfill, frayed, cut-out and patched.

Costa chooses fabrics to very coarse texture, sometimes with grated surface, lined with small fringed or with unfinished edge. The appearance is rough or damaged. The dark gray, symbol of renunciation of femininity, dominates the collection, but the moss green and orange rust are treated to delabré effect. For the coats, big brooches replace the buttons.

Particularly unexpected is the use of hand-knitted, patchwork declined: many types of wool combined in the same course or knitted portions joined to the fabric with rough seams.

The girls parading remind us of the protagonist of the fairy tale “The Little Match Seller”, by Andersen. In fact, no heels but long skirts and high war boots.

DON'T MISS THIS ONE: WOMEN AT WORK